PRANZO SOCI CRI CARAVAGGIO

Pubblicato da admin-comitato il

PRANZO SOCIALE VOLONTARI CRI DI CARAVAGGIO

PRANZO SOCIALE CRI 5/12/2021

É inutile dire che la pandemia ci ha privato di tante cose: nel nostro Comitato di Caravaggio l’appuntamento settembrino con il tradizionale seminario di Diritto Internazionale Umanitario é già saltato per due anni finora, azzerati i momenti conviviali.

Ma il bisogno di condividere qualche momento di spensieratezza e di timida allegria per sentirsi più uniti e caricarsi di nuova forza é molto presente e coloro che osservano e sanno interpretare anche i silenzi delle persone hanno pensato che fosse arrivato il momento di dare un segnale di positività.

Prendendo tutte le precauzioni dovute, domenica 5 dicembre 2021, presso il Centro Sportivo di Caravaggio, volontari e rispettivi familiari si sono ritrovati dopo due anni per quello che era  considerato il tradizionale pranzo sociale.

Dopo la Santa Messa nella bellissima Chiesa Santi Fermo e Rustico in stile gotico lombardo e la foto d’obbligo in divisa sulla gradinata del sagrato,  ‘l’onda rossa’  é giunta nell’ampia sala del Centro Sportivo.

Intanto la ‘squadra’ aveva allestito lo spazio in modo elegante e accurato; entrando si provava una immediata sensazione di accoglienza: tavoli tondi e distanziati, tovaglie e tovaglioli bianchi con nastrino rosso, stelle di natale a centro tavola, impeccabili set di bicchieri e posate.

Quando si dice la ‘squadra’, come molti già sanno, ci si riferisce alla storica coppia di Paola e Renato e ai loro bravi collaboratori, si respira aria di famiglia con loro perché Paola é anche vice presidente del Comitato di Caravaggio e Renato ha tenuto corsi di cucina per i volontari di Croce Rossa che gli sono molto grati e affezionati.

Mentre le persone prendevano posto e gli anziani hanno avuto l’opportunità di conoscere i giovani entrati da poco nell’associazione, in cucina lo chef era al massimo della sua concentrazione e della sua creatività e i risultati della combinazione sono stati eccellenti e apprezzati da tutti che non hanno risparmiato applausi a Renato quando ha fatto una breve apparizione in sala.

Dagli antipasti al dolce i piatti sono stati davvero squisiti, una giusta sintesi di tradizione e innovazione sia nelle cotture sia nella presentazione:  chi di noi non ha mangiato salmone? Ma i tranci di Renato,  sono stati prima profumati da numerose spezie e verdure poi messi in conchiglia per una veloce cottura in forno, ma il guscio si sarebbe mosso una volta impiattato, allora lo chef ha risolto bloccando il movimento con una purea di patate sulla quale ha adagiato la conchiglia: gustosissimo abbinamento.

A chiudere la bella giornata una ricca riffa con golosissimi premi.

Grazie a tutti. Grazie CROCE ROSSA

Categorie: Notizie

Copy link
Powered by Social Snap